CHEERLEADING COMUNICAZIONE IMPORTANTE!

Cari amici del Cheerleading

con la presente desideriamo fare chiarezza, dopo i recenti avvenimenti relativi all’affidamento del Cheerleading da parte del Coni alla Federazione Danza Sportiva (FIDS).

La Fisac ha attualmente il riconoscimento internazionale da parte di ICU (International Cheer Union) e fintanto ne sarà in possesso, invierà le proprie squadre nazionali ai Campionati Mondiali della summenzionata Federazione Internazionale. Qualunque chiacchiera denigratoria nei confronti di ICU non corrisponde a verità, come pure previsioni su quanto farà ICU nei confronti della FIDS O DI FISAC.

Si invitano le associazioni sportive praticanti la disciplina del Cheerleading a non dare credito alla campagna martellante in corso in questi giorni da parte di personaggi conosciuti nel mondo del Cheer, in quanto molte cose in circolazione non corrispondono a verità.

La Fisac continuerà ad esistere e a lavorare per lo sviluppo del Cheerleading come ha sempre fatto con la serietà che da sempre la contraddistingue. La Fisac non fa campagne di acquisizione delle associazioni sportive per aumentare il business o per scopi personali o societari, ciascuno è libero di valutare e scegliere cosa preferisce. Soprattutto non ha mai denigrato il lavoro altrui e delle altre realtà.

Si chiede cortesemente alle associazioni di Cheerleading di non dare credito alle voci in merito al fatto che tutti stanno abbandonando la Federazione per correre tra le braccia di quella che da ora in poi, dovrebbe essere l’unica Federazione esistente che si occupa di Cheer ma che in realtà non lo sarà mai. Si crede nel diritto di libertà di scelta non nella dittatura.

Nessuno,  ma veramente nessuno, sta abbandonando Fisac come viene affermato da parte degli stessi personaggi,  e per questo provvederemo a sporgere regolare denuncia alle autorità competenti nei confronti di chi diffonde notizie false allo scopo di destabilizzare le associazioni sportive e di danneggiare la Fisac stessa.Non esiste nessuna fretta che invece viene messa per affiliazioni e tesseramenti. Non cade il mondo se entro qualche giorno non ci si affilia alla Fids, a meno di particolari azioni ricattatorie di cui non siamo a conoscenza. Abbiamo purtroppo l’impressione di un martellante lavoro psicologico allo scopo di portare i praticanti del Cheerleading da una determinata parte. Ciò servendosi di previsioni e affermazioni che invitiamo tutti a verificare prima di fidarsi per l’ennesima volta delle chiacchiere in circolazione.Si prega anche di porre l’attenzione su questo articolo presente sul sito del CONI

http://www.coni.it/it/news/primo-piano/148-collegio-di-garanzia/14004-la-procura-generale-dello-sport-ricorre-contro-la-fids-e-altri.html

Vorremmo portare ad esempio i costi di tesseramento e affiliazione della Fids 

Comparandoli con i costi di Fisac ciascuno può trarre le conclusioni che desidera e valutare chi fa business e chi sviluppo dell’attività sportiva .

Non conosciamo attualmente se queste saranno le tariffe per il Cheerleading o se verrà fatto a livello promozionale un particolare sconto di entrata. Quel che possiamo pensare è che in seguito chi sta dentro a una Federazione non potrà avere tariffe agevolate anche se promesso e giurato.

In merito alla tanto sbandierata considerazione che il Coni, nella fattispecie la FIDS che riceve i contributi, pagherà le trasferte a chi lo merita, (lasciando chiaramente intendere che lo meriterà l’unica squadra che a suo dire è superiore a tutte le altre sempre e comunque, la modestia non si sa cosa sia e nemmeno il rispetto del lavoro altrui) invitiamo a fare una semplice considerazione economica.

Per l’anno 2018 ai mondiali verranno inviate circa 150 persone fra Fisac E Ficec . Ammettendo una spesa minima di € 2000 a testa, il totale ammonta a € 300.000.

Sfidiamo chiunque a credere che la FIDS possa destinare al Cheerleading tale somma ogni anno. In pratica molti non saranno autorizzati, solo qualcuno (ovviamente molto a caso considerati i quadri federali FIDS Cheerleading che circolano) avrà il permesso di andare e gli altri a casa.

QUESTA E’ LA LIBERTA’ TANTO PROSPETTATA E DESIDERATA!!!

A ciascuno le dovute considerazioni.

La segreteria FISAC