Accordo con S.P.I Sport Performance Institute Centro Medico di eccellenza per la cura e il miglioramento della prestazione degli atleti

10906458_1538372176412429_214445586405590289_nlogo sportperformance 10x10

 

La Federazione è orgogliosa di informare le associazioni affiliate dell’accordo stretto con il Centro Medico SPORT PERFORMANCE INSTITUTE diretto dal Dott. Fabio Costa

I medici e lo staff S.P.I saranno d’ora in poi a fianco della FISAC nella formazione degli istruttori e per tutto quanto è attinente la prevenzione e cura degli atleti.

In breve, un breve articolo del centro relativo alla prestazione sportiva.

L’ATLETA, IL MOVIMENTO, IL GESTO ATLETICO

         Il corpo umano è un meraviglioso sistema che esprime gran parte delle proprie potenzialità nel movimento, esaltando la propria capacità dinamica nell’armonia dell’esecuzione del gesto atletico sportivo.

       Il gesto atletico esprime quindi, nella propria perfezione esecutiva, molteplici capacità dell’individuo, sia naturali che acquisite, frutto di applicazione costante, di concentrazione e di allenamento.

   Ogni uomo ha dei limiti, ma molte volte le proprie capacità vengono sottovalutate, lasciando l’atleta nella convinzione di essere già arrivato al proprio miglior risultato.

   La ricerca medica, applicata allo studio del rendimento sportivo, ha messo in evidenza che la maggior parte delle volte gli atleti, anche i migliori, non riescono a dare il meglio di se stessi nella pratica sportiva e in particolare in gara, perché presentano disequilibri e problematiche tali da determinare un calo del rendimento atletico.

     Il sistema biomeccanico umano è composto da muscoli, articolazioni, sistemi fasciali, ossa e nervi: essi devono essere in perfetto equilibrio per poter lavorare nelle migliori condizioni possibili e poter esprimere il massimo della loro funzione.

   Bastano degli ipertoni muscolari, un problema articolare, fasciale od osseo anche associati a squilibri posturali compensatori, per diminuire nettamente un risultato atletico.

Gli squilibri del sistema biomeccanico sono frequentemente causa di eventi traumatici e lesivi a carico del sistema articolare, mio-fasciale, osseo ( microtraumi ripetuti, tensioni anomale, traumi diretti da carichi non assiali) che si esprimono con patologie infiammatorie, dolorose e invalidanti che, se non trattate, possono essere riduttive dell’attività sportiva fino a determinare l’impossibilità allo svolgersi della stessa.

   La scienza medica applicata allo sport consente di valutare e verificare il sistema fisiologico e biomeccanico umano in tutte le sue complesse componenti e, se necessario, intervenire per riequilibrare i punti critici e compensare gli squilibri presenti. Tale intervento ottimizzando la funzionalità dei vari sistemi, porta ad un miglioramento del coordinamento neuromotorio, dell’equilibrio dinamico e quindi, delle prestazioni atletiche; esso consente, inoltre, di minimizzare le componenti traumatiche evitando le lesioni e i sovraccarichi dei vari apparati, potendo svolgere attività sportiva al riparo da inattività forzata per comparsa di patologie invalidanti.